Sunday, 21 August 2011

Video unboxing del Nook STR by C/D...


A qualche mese dal lancio da parte di Barnes & Noble del suo nuovo eReader, ossia il Nook Simple Touch Reader, sono riuscito ad ordinarne uno dagli Stati Uniti (non è venduto nel nostro paese) e lo sto provando ormai da qualche giorno.

Le caratteristiche del lettore sono decisamente al top, decisamente un passo avanti anche rispetto al Kindle 3 di Amazon, ed è ancor più interessante sapere che il dispositivo non è limitato al solo status di eReader.
Ovviamente, lo scopo principale è proprio questo, ma averlo dotato del sistema operativo android 2.1 gli permette di espandere la propria dotazione di bordo, soprattutto grazie all'instancabile lavoro del team di XDA.

Utilizza la stessa tecnologia ad infrarossi degli eReader Sony, su pannello E-Ink Pearl da 6” pollici a cui è stato migliorato il contrasto e che permette in aggiunta un notevole abbattimento del consumo di batteria.

Infatti, questo particolare schermo non ha un refresh rate come un qualsiasi altro display, ossia dopo il caricamento la pagina rimane nello stato in cui si trova fintanto che non si passa alla pagina successiva o avviene un evento che ne rinnova una porzione dello stesso.

 Un'altra caratteristica che lo contraddistingue è il processore OMAP TI a 800Mhz, che rende possibile elaborare più velocemente i dati e trasformare i movimenti delle nostre dita in comandi per l’interfaccia grafica, nonché una più fluida transizione delle pagine sullo schermo di risoluzione 800x600.

Tra le altre scelte fatte c'è anche stata quella di equipaggiarlo col solo wifi; questo ha permesso un'ulteriore risparmio energetico e la Barnes & Noble promette un utilizzo continuativo per 2 mesi (ebbene si!) con una lettura media giornaliera di 30 minuti a wifi spento.

Insomma, un vero must che si contraddistingue non solo nelle caratteristiche tecniche, ma anche nel prezzo di $139 chiavi in mano.

Nel video seguente ho ripreso l'unboxing della confezione, con quanto fornito all'acquisto del Nook STR.


P.S.
Ho accennato allo sviluppo da parte del team di XDA non a caso, perché questo dispositivo merita non poco, molto più di quanto la casa madre dichiari apertamente.
Spero di fornirvi presto qualche nuova idea applicativa in questa direzione.

No comments:

Post a Comment